Valvole di sicurezza “a membrana” per caldaie inferiori alle 30.000 kcal/h, boiler
Valvole di sicurezza “a membrana” per caldaie inferiori alle 30.000 kcal/h, boiler
Valvole di sicurezza “a membrana” per caldaie inferiori alle 30.000 kcal/h, boiler
Valvole di sicurezza “a membrana” per caldaie inferiori alle 30.000 kcal/h, boiler

Valvole di sicurezza “a membrana” per caldaie inferiori alle 30.000 kcal/h, boiler

Codice articolo: 210-3

CE 2014/68/UE/P.E.D

 

Specifiche tecniche

A 47
B 71
M1 1/4"
CH 31
CALIB. 1,5÷8 bar
PZ. 8/72
kg 15
ART 210
DN 3/4" FF

Valvola di sicurezza per impianti termici ed idrosanitari

Generalità e funzione

Le valvole di sicurezza vengono tipicamente impiegate per il controllo della pressione sui generatori di calore (caldaie, pannelli solari, boiler) negli impianti di riscaldamento, sugli accumuli di acqua calda, negli impianti idrosanitari e negli impianti idrici. Al raggiungimento della pressione di taratura la valvola si apre e mediante lo scarico a perdere impedisce alla pressione dell’impianto di raggiungere limiti pericolosi per il generatore e per i componenti presenti nell’impianto stesso.

Valvole di sicurezza ordinarie, impiegate su generatori con potenzialità inferiori a 35 kW (30.000Kcal/H)

Caratteristiche tecniche

  • Valvole di sicurezza “a membrana”
  • Corpo: OT58 UNI EN 12165 CW617N
  • Coperchio: Nylon caricato vetro 30%
  • Membrana: EPDM
  • Molla: Acciaio UNI 3823
  • Manopola comando: ABS
  • Pressione nominale: PN10
  • Campo di temperatura 5÷120°C
  • Taratura valvola: 2,5÷8 bar
  • Diametro sede DN 1/2″: Ø 13mm
  • Diametro sede DN 3/4″: Ø 13 mm
  • Apertura manuale mediante manopola rossa
  • Attacco porta manometro: 1/4 Gas_F

Installazione

Prima dell’installazione di una valvola di sicurezza è necessario che ne sia eseguito un corretto dimensionamento da parte di personale tecnico specializzato, secondo la normativa vigente per le specifiche applicazioni. È vietato farne utilizzo diverso rispetto alla sua destinazione d’uso. L’installazione delle valvole di sicurezza deve essere guidata da personale tecnico qualificato secondo la normativa vigente. La valvola di sicurezza deve essere installata rispettando il senso di flusso indicato dalla freccia riportato sul corpo della valvola stessa.

Certificazione

Marchio CE: le valvole di sicurezza doppia funzione sono rispondenti ai requisiti dettati dalla direttiva 97/23/CE in materia di attrezzature a pressione (denominate anche PED). Esse quindi sono classificate in categoria quarta e sono provviste di marchio CE

Certificazione prodotto secondo la norma europea EN 1490

La norma Europea EN 1490:2000, a titolo “Valvole per edifici

  1. Valvole sicurezza combinato a temperatura e pressione
  2. Prove e requisiti”, descrive le caratteristiche di costruzione e di prestazione che devono avere le valvole di sicurezza.

NB:

  • Tarature valvole da 2,5 a 8 bar, a richiesta.
  • Possibilità di realizzare versioni alternative su disegno e richiesta specifica del cliente.

Torna su